Libri del cuore di quando ero bambina

Presto il mio universo diventerà qualche kg più pesante; mia sorella sarà una mamma e io una zia. Sulla porta appenderemo un fiocco rosa, e anche se un po’ mi fa paura credo che al mondo ci sia bisogno di qualche ragazza in più. Questo avvenimento ordinariamente straordinario mi ha fatto tornare indietro con laContinua a leggere “Libri del cuore di quando ero bambina”

Paura tra le righe; cinque libri

Halloween è un periodo difficile, a dirla tutta lo è ottobre in generale. Tanto che alla fine l’ho certificato come patologia: mal d’ottobre. Ne soffro tipo da sempre e ogni anno si rinnova per un motivo X (forse non più così valido). Quando gli alberi iniziano a svestirsi delle loro foglie, io mi vesto diContinua a leggere “Paura tra le righe; cinque libri”

Wishlist eventi letterari 2018

Molto spesso a causa (o merito) del mio lavoro mi trovo a dover pianificare cose. Il che di per sé è una cosa meravigliosa, se solo non fosse che io sono il genere di persona che compra un’agenda nuova ogni anno, segna 5 appuntamenti e poi se ne dimentica. Questo può significare tre cose: HoContinua a leggere “Wishlist eventi letterari 2018”

Quel giorno in cui mi sono messa a pensare a James Joyce

Meno di una settimana fa è stato il cento trentaseiesimo compleanno di James Joyce; colui che ha capito meglio di tutti Freud. Ok, devo essere onesta – l’Ulisse rientra, insieme ad un altro paio di vergogne tipo L’idiota e Il nome della rosa,  nel breve elenco di libri che ho iniziato e mai finito. Tuttavia,Continua a leggere “Quel giorno in cui mi sono messa a pensare a James Joyce”

Solitudine: guida all’ascolto

Ogni tanto mi piace ascoltare il podcast The Lonely Hour.  No, non è una cosa per depressi. Questo podcast tratta il tema della solitudine sotto molteplici aspetti e in diversi ambiti, dando voce alle persone comuni. Secondo la creatrice dello show, Julia Bainbridge, parlare di solitudine è infatti non solo importante, ma una vera eContinua a leggere “Solitudine: guida all’ascolto”

La letteratura è una cosa da uomini?

In occasione del 25 novembre, Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, avevo in mente di pubblicare un post. Avevo già tracciato l’outline di quello che avrei voluto scrivere, selezionando alcune tra le donne che nella mia modesta vita sono state e sono tra le più influenti. Véra Nabokov, Sylvia Plath, Natalia Ginzburg,Continua a leggere “La letteratura è una cosa da uomini?”